Marketing e Comunicazine per lo Sport

Che tu abbia un centro sportivo, un circolo esclusivo o una palestra, la comunicazione è ciò che renderà il tuo business più attivo

Prima di tutto gli obiettivi

L’intero settore vale quasi 10 miliardi di euro, che diventano 12 se si considera anche il giro di affari generato dal turismo legato al wellness (ansa.it).

Ecco perché secondo uno degli ultimi censimenti fatti, risultavano presenti sul tutto il territorio nazionale oltre 9 mila centri tra palestre e spazi fitness.

Molti gruppi stanno investendo non poco per creare delle offerte e dei servizi sempre più accattivanti, in modo tale da essere competitivi sul mercato. Questa è sicuramente una parte importante di una strategia di  wellness marketing, ma non si può ridurre a questo. Anche perché le offerte spot e le promozioni temporanee sono utili nel breve periodo, ma certamente non permettono al business di crescere e consolidarsi all’interno del mercato.

La prima cosa da fare quando si comincia a costruire una strategia di wellness marketing è quella di fissarsi degli obiettivi, in modo da decidere quali saranno le azioni di marketing che bisognerà approntare per essere vincenti.

Tra gli obbiettivi potresti essere tra quelle aziende che hanno appena aperto e devono farsi conoscere, oppure vuoi trovare un nuovo posizionamento all’interno del tuo settore, o ancora far aumentare il numero di iscritti e fidelizzarli.

Ovviamente ci sono domande che dovremo approfondire, oltre quanto detto sopra: far crescere il numero di iscritti o aumentare la durata dei loro abbonamenti? Che tipo di clienti stiamo cercando? Qual è il posizionamento dell’azienda?

Per rispondere a queste domande in Ginko stiamo usando l’approccio del Service Design o facilitazione. Che consiste in un workshop di diverse ore da fare con il cliente con cui risponderemo a tutti i dubbi, per poi partire con un progetto ben delinato e chiaro.

Conosci il tuo target per sapere cosa essere

La prima strategia di fitness marketing da applicare, qualunque sia l’obiettivo da perseguire, è quella di ascoltare la propria audience di riferimento.

È necessario fare una operazione di market segmentation, così da delineare delle possibili categorie di clienti che frequentano o potenzialmente potrebbero frequentare la palestra.

Un modo per farlo è, ad esempio, individuare le motivazioni che spingono ogni persona: ecco che allora c’è chi va in palestra perché ha bisogno di perdere peso, chi va perché appassionato di un determinato sport, chi ancora ha voglia di socializzare e fare nuove amicizie e chi ci va per motivi di salute.

In aggiunta, si possono fissare delle ulteriori caratteristiche distintive: età, sesso, residenza, abitudini. Tutto questo serve poi a guidare i contenuti della propria campagna di digital marketing.

Se si decide di acquistare, ad esempio, degli spazi online per pubblicare dei banner, è più facile scegliere all’interno di quali siti apparire preferibilmente, che tipologia di messaggio comunicare e, non da ultimo, delineare l’offerta più accattivante.

Lo stesso vale se si decide di realizzare una campagna marketing in dark sui social network: sapendo quali sono le diverse tipologie di clienti a cui rivolgersi è possibile realizzare una serie di post perfettamente targetizzati, modulando il messaggio e il tono di voce a seconda di chi si vedrà raggiunto da tale contenuto.

Un personal trainer deve essere anche social

Sempre nel contesto del content marketing, un approccio da attuare assolutamente è quello del social media marketing.

L’arrivo dei social media ha, infatti, rivoluzionato il settore, imponendo a tutti i player un nuovo linguaggio e delle nuove modalità di ingaggio dei clienti.

I social, del resto, rappresentano uno strumento formidabile per conoscere e raggiungere tante tipologie di utenti diversi: queste piattaforme, infatti, offrono la possibilità di analizzare i comportamenti degli utenti e di raggiungerli con delle comunicazioni ad hoc, altamente targettizzate.

Nello stesso tempo, però, sono anche molto utili per creare un legame più stretto e personale con i clienti.

Sapere, infatti, di poter consultare una pagina sempre aggiornata, con informazioni interessanti e che offre la possibilità di chiedere qualsiasi cosa ricevendo rapidamente risposta accresce il senso di appartenenza degli stessi clienti, che si sentono davvero seguiti ed importanti per la palestra a cui si sono iscritti.

Tra l’altro questo senso di appartenenza può essere ulteriormente rafforzato proprio grazie ai social che permettono di creare dei gruppi chiusi in cui far entrare solamente una certa fascia di clienti, i quali possono così sentirsi parte di una community fatta di persone che condividono la stessa passione e gli stessi interessi.

Christian Cellini – Digital Marketing Manager
Specializzato in marketing digitale, lead generation e funnel di vendita con 15 anni di esperienza nel settore automotive e sport. Certificato “Google Partner”, e grande appassionato di Padel, segue il settore ADV e Sport (Padel) di Studio Ginko.

Sono un grande appassionato di sport e in particolare del Padel. Nel 2019 ho aperto un portale editoriale dedicato al padel padelstar.it, e nel 2022 ho lanciato una app “X4” padelx4.it per l’organizzazione e gestione di tornei amatoriali.

Nel tempo ho avuto modo di affinare e migliorare sempre più le mie conoscenze in ambito SEO, SEM, marketing automation, lead management e funnel di vendita tanto da ottenere il certificato di “Google Partner” nel 2020. Oggi, con tante competenze trasversali maturate giorno per giorno in prima linea, sono orgoglioso di offrire una proposta di valore all’interno di Studio Ginko.

Condividi questa pagina